CERCA NEL BLOG!

venerdì 1 novembre 2013

Questione di Tempo - About Time


Siete tutti avvisti. Chi entra a vedere questo film con in testa "Ritorno al Futuro", coi teletrasporti di Star Trek ed acceleratori temporali fantascientifici rimarrà un pò deluso.
Il protagonista Tim usa metodi molto più semplici. Si chiude in un armadio o dentro a un pertugio, stringe forti i pugni e voilà, è in grado di rimandare indietro le lancette del tempo.
Tim vive la sua giovane vita in una magnifica villa in Cornovaglia assieme alla sua famiglia allargata. Non del tipo attuale dove ogni bambino ha due o tre madri e padri diverse, ma di quelle che una volta c'erano anche in Italia, comprendenti anche gli zii e amici vari. Il padre di Tim finalmente gli svela il segreto di famiglia, ossia la capacità degli eredi maschi di viaggiare nel tempo anche se solo al passato. Non possono balzare nel tempo verso il futuro e vedere quel che sarà. Ma andando indietro nel tempo sarà possibile costruirsi un buon futuro, correggendo errori e prevenendo sciagure.
Tim sperimenta il dono e resta stupito fin da subito di quanto funzioni bene. Finalmente può utilizzarlo per trovare la ragazza dei suoi sogni e saremo tutti intrigati dei suoi balzi temporali per conquistarla e costruirsi una vita assieme a lei. Impagabile la scena in cui Tim fa la proposta di matrimonio alla sua ragazza facendole credere che la musica di sottofondo provenisse dalla radio. Si era portato invece l'intera orchestrina del locale dentro casa.

Una commedia bilanciatissima che condisce la già splendida scenografia con ironia, amore, sarcasmo e ritmo. Un esaltazione dell'amore e della famiglia fatto senza retorica, in un certo senso nuovo e spiazzante in un campo dove gli Italiani hanno sempre avuto il primato. La mano e il gusto del regista di sente e si apprezza in ogni passaggio del film che, nel mio caso, è stato visto in anteprima in lingua originale con sottotitoli. Sono pronto a rivedere il film doppiato in Italiano, ma temo che le atmosfere infuse dal film potrebbero diminuire.
Comunque raccomandatissimo! Se ne consiglia la visione senza riserve.
Ringrazio Paolo Centra  per l'invito all'anteprima!

2 commenti:

Il cinefilante ha detto...

Film come questo ti riconciliano con il cinema e anche con la vita! Mi auguro abbia il successo che merita in mezzzo a tante puttanate che ci sono in giro!

Ballestrero ha detto...

Concordo in pieno! Attendiamo l'uscita nelle sale e auguriamogli il meglio!