CERCA NEL BLOG!

giovedì 25 aprile 2013

Cortesie tra fumatori

Con buona pace di Hillary Clinton, che ha fatto della battaglia contro il fumo la sua personalissima battaglia, sempre dopo aver messo al primo posto la carriera politica (finita male) del marito mandrillo e l'apparecchio ai denti della sgraziatissima figlia, i moltissimi fumatori impenitenti e soddisfatti che sono rimasti, tra cui il sottoscritto, non avranno che vantaggi a leggere queste poche regole di vivere civile tra di loro.
Quindi, chi desidera fumare una sigaretta, se vuol essere perfettamente in regola col "galateo del fuoco2, non deve limitarsi a chidere il permesso ai presenti, ma è necessario che osservi qualche altra regola.
Ricordate che anche in questo caso un piccolo gesto, quale può essere quello di offrire e o di accendere una sigaretta può dare la misura della gentilezza e della signorilità di una persona.





Quando e come si offre

Quando si è in compagnia, non si prende mai una sigaretta per sè senza fare il gesto di offrirne una agli altri. Quando si offre, si porge il pacchetto o, per i più raffinati, l'astuccio aperto: se si tratta di un pacchetto, si spingono in fuori due o tre sigarette per permettere a chi riceve l'offerta di prenderne una facilmente, senza dover "scavare"  con le dita nel tabacco. E' molto scorretto porgere a un'altra persona una sigaretta sola, dopo averla tolta dal pacchetto: bisogna lasciare che sia l'altro a scegliere. Ancora peggio, naturalmente, lanciare il pacchetto o l'astuccio dicendo "Prendine una": anche se si è tra amici, questo è un gesto poco cortese, che ha uno sgradevole sapore di elemosina.

Quando si accetta

Il problema riguarda particolarmente le signore alle quali più facilmente che a un uomo può venire offerta una sigaretta. Quando è possibile accettare e quando non si deve farlo? E' difficile dare delle regole precise perché le situazioni possono essere moltissime e diversissime: discrezione e buon senso saranno ancora una volta la miglior guida. In un luogo pubblico la signora rifiuterà cortesemente ma fermamente l'offerta che le venga da uno sconosciuto. Tra amici invece accettare una sigaretta è cortese. Ma, attenzione, se accettare una sigaretta è gentile, accettarne diverse o addirittura chiederne, è molto scorretto e può far pensare che apparteniamo a quella categoria di persone che fumano "a sbafo" per sistema.

Il fuoco

In un salotto, gli uomini che vedono una signora o una signorina prendere una sigaretta, devono affrettarsi ad accendergliela, senza che sia lei a chiedere il fuoco o ad accendersela da sè (quest'ultima ipotesi è ammissibile solo se ci si chiama Bette Davis).  Anche in un luogo dove è consentito fumare (ahimè sempre meno...) l'uomo può accendere la sigaretta alla signora sconosciuta che appare sprovvista di accendino o di fiammiferi, ma non deve approfittarne per intavolare una conversazione; l'iniziativa spetterà, se mai, alla signora, che però non è affatto obbligata, solo perché le è stato porto un fiammifero a conversare col cortese sconosciuto. Basta che dica grazie con un breve cenno del capo.
Se le signore che fumano sono più d'una, si accenderà prima la sigaretta alla più anziana.
Si eviterà di accendere la sigaretta a tre persone con lo stesso fiammifero, quando si ha a disposizione solo quelli al posto di un accendino. Al di là del gesto in sé, questa manovra potrebbe scatenare reazioni di taluni superstiziosi che vedono nel gesto un presagio di sciagura. Se mai accadesse, fate finta di niente. La cortesia, infatti, non consiste nel dare lezioni non richieste, ma nel tollerare con il maggior garbo possibile le debolezze altrui.

4 commenti:

Il cinefilante ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Il cinefilante ha detto...

mi permetto di aggiungere qualche dettaglio:
il fumatore che desideri fumare a casa di qualcuno deve sempre chiedere il permesso ma farebbe meglio ad astenersi a meno che il padrone di casa non sia lui stesso un fumatore.
Stessa cosa dicasi per la macchina.
Il fumatore in trasferta ha la pessima abitudine di lasciare in giro pacchetti di sigarette vuoti.
E' frequente, dopo aver ricevuto ospiti fumatori, mentre si rassetta la casa, pensare "toh! Asdrubale ha dimenticato le sigarette!".
invece si scopre che il pacchetto è vuoto.
Nemmeno la cortesia di gettarlo nella spazzatura.
Ovviamente questo lo aggiungo per i lettori fumatori in cerca di notizie sul galateo.
Il Ballestrero non ne ha bisogno! Pensate solo che, addirittura, quando viene a casa mia svuota il posacenere!

Ballestrero ha detto...

Grazie Cinefilante, la tua squisita degnazione é pari soltanto alla tua grazia!
P.S.
Ti ricordo di votare per il sondaggio che ho messo sul nuovo heading ;-)

Anonimo ha detto...

ho risposto. prima opzione, non avevo visto il sondaggio ma già comunque ti volevo fare i complimenti! :-)

cinefilante, ma che non mi va di loggarmi..