CERCA NEL BLOG!

martedì 17 gennaio 2012

Le scoperte dell'Ingegnere - 4° puntata


La Storia altro non è che una costante ripetizione di sè stessa. Non lo dico io, ci ha già pensato Giambattista Vico con la sua teoria dei corsi e ricorsi storici a fornirci un'idea del concetto. Partire da questa certezza rende più facile per me esprimere la similitudine che corre, ad esempio, tra me ed Hernan Cortés. Lui ha scoperto i Maya e conquistato la loro capitale Tenochtitlan. Io ho scoperto l'Ingegnere e la sua insipienza. In un epoca storica in cui tutto sembra essere stato palesato, trovare del nuovo tra le pieghe del conosciuto è sempre motivo di orgogliosa soddisfazione.
Ebbene, vi chiederete voi, quale è stata la scoperta odierna dell'ingegnere? Una sola, emblematica, frutto del più completo dei paradossi: possedere un IPhone 4 e non conoscerne le applicazioni (allegedly App). Difatti il nostro ingegnere lo possiede. Poteva conoscerne le applicazioni più importanti, quelle per cui non si può vivere senza e che addirittura potrebbero imprimerti una svolta nella vita? Suvvia, certo che no! Altrimenti che Ingegnere sarebbe?
Grande è stato dunque lo shock dell'Ingegnere quando del tutto casualmente ha scoperto, per il tramite di un nostro illuminato consociato, l'esistenza delle seguenti applicazioni e dei loro potenziali risvolti pratici. Ma andiamo con ordine. La prima applicazione, che gli viene messa sotto le lenti che offuscano il suo sguardo, si chiama Fake Call Location: riproduce suoni di varia natura, come ad esempio il rumore del traffico, la sirena di un ambulanza, il coro di una chiesa o la filarmonica di Vienna che possono essere inseriti nel sottofondo di una conversazione telefonica. Lo scopo? Simulare di non stare dove veramente ci si trova. Grazie al nostro aiuto l'Ingegnere ha intravisto, come il pulcino che rompe il guscio e chiama "mamma" la prima cosa che vede, le implicazioni pratiche di questa sensazionale App.  Il capufficio ti telefona all'impazzata perché vuole la tua testa? Aziona Fake Call Location e renditi indisponibile facendogli sentire che stai in mezzo al traffico a 20 chilometri dall'ufficio, anche se non ti sei mai mosso dal piano di sotto del palazzo. Intriganti e molesti minacciano di farti visita (non gradita) ovunque ti trovi? Aziona Fake Call Location e fai ascoltare al tuo interlocutore Si inquitates observaverisBasterà semplicemente aggiungere di trovarsi al funerale della zia e il gioco è fatto.
La seconda applicazione, speculare alla prima, si chiama Fake Call. Semplicissimo ma geniale, come l'uovo di Colombo. Sei ostaggio in qualche riunione, o più semplicemente di moglie o fidanzata che ti costringono ad estenuanti rassegne di vetrine? Niente di più facile. Premi un tasto e Fake Call simulerà una chiamata in arrivo facendoti squillare il telefono e proiettando sul display il nome della persona che hai inserito tu (ad esempio: amministratore delegato, cardiochirurgo, ecc). Puoi anche non dire una parola senza recitare false conversazioni, perché Fake Call emetterà anche dei suoni incomprensibili, che somigliano molto al parlato non scandito. Chi è con voi avrà la percezione che ci sia effettivamente qualcuno all'altro capo della linea.
Due apps in una volta sola sono state sufficienti per sconvolgere la piccola fantasia dell'Ingegnere. Si prospettano notti insonni per lui, affranto a spremersi le meningi su come coniugare questi due strumenti con la vita pratica, immaginando scenari da dissimulatore professionista. Riuscirà il nostro goffo ma tutto sommato candido Ingegnere a trasformarsi in uno scaltro menzognere? La risposta è no. Il titolo che si porta addosso di Ingegnere opprime e ottunde qualunque traduzione di pensiero in azione. Ma noi abbiamo imparato a volergli bene anche per questo. Soprattuto per questo!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

a me me sa tanto che st'ingegnere è 'po cojone.... :-D

Lord Paranoia ha detto...

ma l'ingegnere, che tipo di ingegnere è, perché sai, Ballestrero... dipende molto dal tipo di ingegno!
:D