CERCA NEL BLOG!

domenica 24 gennaio 2010

Come si usano i bicchieri
















L'utilizzo dei bicchieri può sembrare la cosa più semplice e scontata che possa esistere a tavola. Eppure dimostreremo con con poche e chiare regole che non è così e di quanto sia importante badare ai dettagli.
Innanzitutto, come devono essere i bicchieri? Di che tipo e in che materiale. Diciamo che potenzialmente ogni strada è aperta, soprattutto alla luce delle nuove alternative fornite dall'odierno design. Tuttavia l'impostazione classica vuole i bicchieri in semplici vetro per la tavola di tutti giorni ed in prezioso cristallo per le occasioni importanti. Nell'uno o nell'altro caso hanno comunque una funzione decisiva per l'eleganza della tavola: quella di "legare" tutti gli altri elementi, creando un effetto armonico. Per ottenere questo, tuttavia, non basta averli scelti con criteri di razionalità e di buon gusto; occorre anche saperli disporre con garbo e sapersene servire con proprietà.

Come si dispongono - Per prima cosa un consiglio: non cedete alla tentazione di esibire sulla tavola l'intero servizio; davanti ad ogni commensale devono trovarsi due bicchieri, al massimo tre, se si tratta di un pranzo importante: uno grande per l'acqua, uno medio per il vino, eventualmente un terzo pure da vino, quando si prevede di servirne due qualità, rosso e bianco. Il bicchiere per il vino rosso sarà più grande di quello per il vino bianco. Si dispongono davanti al piatto e in ordine decrescente: il più alto a sinistra, il più basso a destra, perché non siano d'impaccio a chi deve servire.

Tipo e colore - La tavola classica prevede che tutti i bicchieri appartengano a uno stesso servizio, cioè che siano uguali per forma e colore. Tuttavia nulla vieta di accostare due o più tipi, purché l'accostamento sia armonioso e non appaia casuale. Anche in certi servizi completi, del resto, i bicchieri da vino o quelli da dessert sono "a sé", se non come stile come colore: qualche volta sono colorati a differenza di quelli da acqua, rigorosamente trasparenti. L'importante è che tutti i bicchieri da acqua siano uguali tra loro come tipo e colore, e così quelli da vino e da dessert e così via.

Come si usano - Il bicchiere senza stelo si prende sempre dalla parte più bassa; i bicchieri a calice e le coppe non si prendono per il gambo, ma si sollevano reggendo con la mano il recipiente. Diffidate di chiunque vi dica il contrario, fosse anche un pluri-patentato Sommelier. A nessuno è permesso, in un pranzo conviviale, di trasformare la degustazione del vino in un controllo qualità con metodi da laboratori chimico: tenere il calice per il gambo impedisce che il calore della mano alteri l'aroma e/o il sapore del vino, e via elencando altre stravaganze. La perizia dei degustatori e le loro tecniche troveranno spazio più appropriato in altri luoghi e momenti, come ad esempio l'acquisto di botti o di barili presso le opportune aziende vinicole.
Non si va incontro col bicchiere a chi versa il vino (o l'acqua). Non si copre mai il bicchiere col palmo della mano per significare " basta". Tanto meno lo si capovolge in segno di preventiva e assoluta astinenza. E' più che sufficiente dire: " No grazie, non bevo" o "Basta, grazie" senza ricorrere a questi esasperati gesti di difesa, quasi si temesse di venire ubriacati per forza.
Non si prende mai il bicchiere dei vicini di posto, per versarle o farle versare da bere.
Non si beve mai a bocca piena e non si accostano le labbra al bicchiere senza averle prima pulite col tovagliolo.
Non si vuota il bicchiere tutto d'un fiato come se si fosse terribilmente assetati.
Non si indugia con le labbra sul bordo del bicchiere.
Non si solleva il mignolo per aggiungere grazia all'operazione.
Si beve e basta. Senza rumori. Senza gesti inutili. E soprattutto senza risucchi od insopportabili schiocchi di lingua.

2 commenti:

Lord ha detto...

Questo decalogo sui bicchieri, diventerà la mia nuova bibbia. Sappilo.

Ballestrero ha detto...

Ti ringrazio Lord per il tuo lusinghiero commento. La rubrica di galateo sta riscuotendo molto successo tra i miei lettori, usciranno prestissimo nuovi post. Stay tuned!
Ciao
B